Indietro

ANTICO AMARO VILLA SERRAVALLE
ANTICO AMARO VILLA SERRAVALLE


La famiglia Inga possiede un antico ricettario scritto manualmente dal bisnonno di Lorenzo, Gaetano Inga, che dalla lontana Noto, in Sicilia, dove la famiglia possiedeva proprietà e distillerie specializzate nella produzione di vini, marsala e liquori sin dagli inizi del 1900 si trasferì a Serravalle Scrivia, in Piemonte, dove acquistò e ristrutturò un piccolo liquorificio chiamato Gambarotta che divenne poi negli anni a venire una rinomata distilleria, produttrice della nota grappa Libarna e dell’amaro Gambarotta.
Tra le vecchie formule che appaiono nel ricettario, vi è quella di un elisir di erbe medicinale di cui si narra la leggenda che un vecchio frate cappuccino la avesse elaborata per curare epidemie di colera nell’India del 1700.
È un prodotto artigianale composto da più di 22 erbe, radici e cortecce mescolate insieme nelle giuste proporzioni e messe in infusione in alcool e acqua per almeno due mesi.
È un liquore digestivo molto morbido, dove nessun ingrediente prevale sull’altro e dove si possono riconoscere profumi di arancio, menta, rabarbaro e molti altri ancora.
Si beve liscio oppure on the rocks come aperitivo, ma è pure indicato mescolato sul gelato o aggiunto al caffé